Monday, 1 September 2008

Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento

Paolo Roberto Cotechiño è un calciatore del Napoli che non brilla in campionato a causa della saudade tipica dei brasiliani. La società azzurra decide di fare arrivare la sua ragazza dal Brasile e di affiancargli un sosia, un idraulico strano ed impacciatto, per tutelarlo dall'ira dei tifosi e per evitare che altri uomini ci provino con la fidanzata. Si avvicina la partita Napoli-Inter ed una nobile disabile scommette una fortuna sulla squadra meneghina. Per aumentare le probabilità di vittoria cerca prima di insidiare la fidanzata del campione tramite il suo maggiordomo e poi di uccidere il calciatore, ma tutti i rischi li corre il sosia.

L'anonima sequestri sarda rapirà il calciatore e l'idraulico giocherà la partita segnando in modo buffo e casuale; successivamente rapirà anche l'idraulico ed entrambi ne usciranno indenni. L'idraulico infine tornerà a Roma con lo zio, che rischia anche lui di essere ucciso dalla contessa; i due sfruttano un passaggio sul pullman di una squadra di calcio femminile e l'idraulico ritornerà sosia per sostituire la centravanti titolare, grazie alla parrucca che utilizzava per imitare CotechiñoInizialmente il personaggio di CotechiNo  doveva essere una simpatica caricatura del fuoriclasse della Roma del Presidente Viola, Paulo Roberto Falcao, che tra l'altro avrebbe dovuto girare alcune scene nel film insieme ad Alvaro Vitali. Vi rinunciò all'ultimo istante pensando che sarebbe stata una presa in giro a se stesso e Nando Cicero. Il regista del film rivisitò il personaggio ispirandolo al Pibe de Oro, Diego Armando Maradona, effettivamente star del club partenopeo la cui esuberanza era pari al suo talento calcistico.
Alludendo alla star brasiliana Paulo Roberto Falcao, allora militante nella società Giallorossa, il titolo del film contiene una sorta di errore: volendo rispettare l'ortografia del portoghese, la lingua parlata in Brasile, il cognome del calciatore sarebbe dovuto essere Cotequinho e non Cotechiño, in quanto il suono "gn" in portoghese si scrive "nh" mentre la "n", con la tilde "ñ", determina il suono in spagnolo. Invece, nella scena dei pastori sardi che consegnano al sosia del fuoriclasse il giornale credendo di aver rapito l'uomo giusto, viene mostrato il titolo della notizia del rapimento del calciatore ed il cognome è trascritto correttamente.


Il film è un vero e proprio cult per gli amanti del calcio e della commedia all'italiana dei primi anni Ottanta. Storie pallonare ne consiglia la visione, contando che è il film simbolo del cinema di Alvaro Vitali.

No comments:

Post a Comment